I denti Incisivi: approfondimenti e cura della salute orale

denti incisiviGli incisivi sono gli 8 denti frontali della dentizione permanente: 4 nell’arcata dentale inferiore, detti mandibolari, e 4 in quella superiore, detti mascellari; 4 centrali e 4 laterali. Sono affiancati lateralmente dai quattro denti canini.
Oltre che nell’uomo, sono presenti nella maggior parte dei mammiferi eterodonti, cioè quelli muniti di denti diversi fra loro, ovvero specializzati. I mammiferi ruminanti (come capre, cammelli e molti erbivori) dispongono di incisivi soltanto sull’arcata inferiore.

Sviluppo degli incisivi

I denti incisivi sono denti succedanei, cioè denti che si formano in due stadi. Lo stadio permanente è infatti preceduto, nell’infanzia, da uno stadio primario, quello degli incisivi decidui, cioè da latte. Questi ultimi si sviluppano prima in utero, poi nel lasso di tempo compreso fra i primi 2 e i primi 24 mesi della vita di un bambino. Gli incisivi compaiono quando la radice non è ancora del tutto formata, primi fra tutti i denti da latte. Ciò avviene in genere entro il primo anno di vita e secondo quest’ordine: centrali inferiori (6-8 mesi), centrali superiori (7-9 mesi), laterali superiori (8-10 mesi), laterali inferiori (10-12 mesi).
Lo sviluppo del dente succedaneo, cioè lo stadio secondario e definitivo della crescita, si compie allo stesso tempo e in maniera infraossea, e dura fino all’età pre-puberale. Mentre il dente definitivo cresce, la radice del dente da latte viene riassorbita, fino al momento in cui il dente succedaneo è abbastanza grande e il dente da latte, ormai rimasto senza supporto, inizia a vacillare e cade.

Forma e caratteristiche.

Gli incisivi si distinguono dagli altri denti per la loro forma piatta e il profilo particolarmente sottile e tagliente. Gli incisivi dell’arcata superiore non si appoggiano direttamente su quelli mandibolari, bensì si collocano di fronte a questi ultimi. In questo modo i margini non strusciano gli uni sugli altri, consumandosi.
Disposti l’uno di fianco all’altro, gli incisivi offrono una superficie sufficientemente liscia e ampia per ospitare la lingua e distenderla agevolmente verso l’esterno della bocca, per incidere e per consentire il passaggio omogeneo dell’aria. Queste caratteristiche sono fondamentali per l’assolvimento delle funzioni di questi denti.

Funzione degli incisivi nell’uomo.

I denti incisivi hanno un ruolo insostituibile in due fondamentali attività umane: l’alimentazione e la fonazione, cioè l’articolazione degli organi del cavo orale per produrre i suoni che formano il linguaggio.
Nel mangiare, gli incisivi hanno un ruolo che precede e accompagna la masticazione vera e propria. Infatti servono a tagliare il cibo, anche quello di una certa consistenza (come ad esempio le carni) e a trattenerlo all’interno della bocca mentre gli altri denti lo frammentano e preparano alla digestione. Prima dell’adozione degli utensili affilati da parte dell’uomo, gli incisivi erano lo strumento primario cui ricorrere non solo per nutrirsi, ma anche per tagliare e affilare materiali fibrosi.
Per quanto riguarda l’attività fonatoria, gli incisivi concorrono alla produzione dei suoni tanto quanto gli altri denti, ma hanno particolare rilevanza nell’articolazione delle consonanti sibilanti, tanto che gravi anomalie nella forma e disposizione degli incisivi possono comportare anche una produzione di questi suoni con una qualità distante dalla norma.