Quando spuntano e quando cadono i denti da latte

Pubblicato il: gen 19 2014

bimbo e denti da latteI denti da latte, quantunque decidui, vale a dire provvisori e destinati ad essere sostituiti da quelli permanenti, assolvono perfettamente allo scopo della masticazione, favorendo la seconda fase dello svezzamento. Inoltre, riservano lo spazio per i successivi, impedendo che si sovrappongano e crescano storti, e favoriscono infine una corretta fonazione. Vediamo insieme in questa breve guida come conoscerli e averne cura.

Quanti sono i denti da latte?

Mentre i denti permanenti nell’essere umano sono notoriamente 32, quelli da latte sono soltanto 20. Per ogni arcata (superiore ed inferiore) si avranno 4 incisivi (due centrali e due laterali), due canini e quattro molari (primo e secondo molare destri e sinistri). Mancano, come si vede, la coppia del terzo molare e i premolari, che non sono decidui, ma nasceranno successivamente già permanenti.

Quando spuntano?

Anche nella dentizione, le femminucce risultano essere leggermente precoci rispetto ai maschietti, ma possiamo affermare che il primo dentino spunta orientativamente intorno al 5° o 6° mese di età, ed è un incisivo inferiore.
Un mese più tardi spunteranno anche gli incisivi superiori. Nel secondo semestre di vita, sarà la volta degli incisivi laterali, superiori e inferiori. Poi sarà la volta dei primi molari, fra il 12° e 18° mese.

Quindi toccherà ai canini, fra il 18° e il 24° mese. E infine ai secondi molari, fra il 24° e il 30° mese.

Quando debbono cadere?

La caduta dei denti da latte e la loro sostituzione con quelli permanenti, avviene generalmente intorno ai 6 anni, a partire dagli incisivi centrali, seguiti dopo circa un anno da quelli laterali. Poi è la volta dei canini e dei molari, la cui permuta può avvenire anche quando il bambino frequenta già le scuole medie, ma generalmente si completa alle elementari. Periodi più brevi o più lunghi rientrano comunque nella normalità.

Fanno male i denti da latte quando cadono?

Non fanno male, ma in alcuni casi può succedere che non cadano del tutto, rimanendo penzolanti e causando una leggera infiammazione della gengiva, che potrebbe anche dare qualche linea di febbre. In questo caso, sarà opportuno avvisare il pediatra, che deciderà se somministrare del paracetamolo.

Cura dei denti da latte

Anche i dentini purtroppo sono soggetti a carie, soprattutto se si prende la cattiva abitudine di mettere zucchero o miele sul ciuccio per fare addormentare il bambino. In seguito, sarà meglio non eccedere con dolci e caramelle, e insegnare al bimbo fin da piccolo a lavarsi i denti, soprattutto la sera prima di addormentarsi. In caso di carie, comunque, bisogna intervenire come per l’adulto, curandola per tempo, mediante otturazioni.

Categoria articolo: News Denti e Salute

Lascia un commento

*

*